News

Ivass, pubblicato il contributo di vigilanza per Intermediari

13 Settembre 2020

Ivass, pubblicato il contributo di vigilanza per Intermediari

 

L’Authority ha emanato il provvedimento 98 con il quale stabilisce la misura dell’adempimento annuale e le modalità di pagamento

Pubblicato il provvedimento n. 98 dell’Ivass che sancisce il contributo di vigilanza a carico degli iscritti nel Registro Unico Degli Intermediari Assicurativi (RUI) anche a titolo accessorio e riassicurativi.

Il contributo di vigilanza è dovuto dagli intermediari (persone fisiche e giuridiche) iscritti nelle sezioni A, B, C, D ed F del RUI.

In base al Codice delle Assicurazioni Private, il contributo di vigilanza è determinato entro il 30 maggio di ogni anno con decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, adottato sentito l’IVASS. Il decreto è pubblicato entro il successivo 30 giugno nella Gazzetta Ufficiale e nel Bollettino dell’IVASS.

Per il pagamento è prevista l’adesione al sistema PagoPA, attraverso il portale accessibile all’indirizzo https://web1.unimaticaspa.it/unipay/startPayment.jsp?tenant=ivass nel quale è possibile:

scaricare l’avviso di pagamento PagoPA (contenente il codice IUV – Identificativo Univoco di Versamento, l’anagrafica, la causale e l’importo da pagare) per l’annualità contributiva corrente; verificare lo stato della propria posizione contributiva; ottenere l’avviso di pagamento per versare i contributi arretrati ancora dovuti.

L’accesso al portale avviene digitando con carattere minuscolo una username (il proprio codice fiscale) e una password. Al primo accesso la password è sempre il codice fiscale. Il sistema poi vi consentirà di creare una password personale.

L’avviso di pagamento PagoPA può essere pagato presso tutti i Prestatori di Servizio di Pagamento (PSP) abilitati al servizio di PagoPA con le modalità specifiche degli avvisi PagoPA riportate nello stesso (in banca, in Ricevitoria, dal Tabaccaio, al bancomat).

Per quanto riguarda la misura del contributo a carico degli intermediari assicurativi e riassicurativi riportiamo di seguito gli importi suddivisi per sezione:

– Sezione A (agenti di assicurazione)

a1) persone fisiche € 47,00

a2) persone giuridiche € 270,00

– Sezione B (mediatori di assicurazione e riassicurazione)

b1) persone fisiche € 47,00

b2) persone giuridiche € 270,00

– Sezione C (produttori diretti) € 18,00

– Sezione D (banche, intermediari finanziari, SIM e Poste Italiane)

d1) banche con raccolta premi uguale o superiore a 100 milioni di euro e Poste Italiane € 10.000,00

d2) banche con raccolta premi da 1 a 99,9 milioni di euro € 8.170,00

d3) banche con raccolta premi inferiore a 1 milione di euro, intermediari finanziari e SIM. € 2.760,0

In caso di mancato pagamento del contributo di vigilanza, decorsi 30 giorni dal termine di pagamento, l’IVASS avvia, previa diffida, la procedura di cancellazione dal RUI ai sensi dell’art. 113, comma 1, lettera e) del D.lgs. 209/2005.

Il mancato pagamento del contributo comporterà, altresì, l’avvio della procedura di riscossione coattiva ai sensi dell’art. 336, comma 3 del D.lgs. 209/2005.

Per maggiori informazioni si rimanda a:
https://www.ivass.it/operatori/intermediari/adempimenti/contributo-vigilanza/index.html
https://www.ivass.it/normativa/nazionale/secondaria-ivass/amministrativi-provv/2020/98/Provvedimento_98_07_09_2020.pdf

 

FONTE INTERMEDIA CHANNEL