News

AGENTI ATTIVI NELLA SEMPLIFICAZIONE

26 Giugno 2016

logo_gagi

 

Care colleghe e cari colleghi,

il tema della semplificazione sta diventando sempre più di attualità. E anche in occasione dell’assemblea annuale dell’IVASS il presidente ha evidenziato la necessità che i contratti assicurativi siano semplificati, così come evidenzia l’articolo di primo piano della newsletter di oggi.

Sicuramente gli agenti devono e possono giocare un ruolo importante anche in questo contesto e noi non ci sottrarremo a questo impregno visto che il nuovo Consiglio direttivo ha ricevuto dalla recente Assemblea Congressuale di Venezia, il compito, tra gli altri, di proseguire nel continuo e costante confronto con la mandante al fine di raggiungere una serie di ambiziosi traguardi.

Nella nostra vita quotidiana il confronto, a mio parere, è sinonimo di dialogo ed è un mezzo per raggiungere i compromessi necessari a soddisfare gli obiettivi delle parti in causa.

Il nostro obiettivo è certamente quello, da imprenditori o pseudo tali vista l’impossibilità di scegliere in toto il prezzo e le caratteristiche dei nostri prodotti, di incrementare o salvaguardare l’utile netto delle nostre aziende; nulla di diverso dall’obiettivo della mandante che ha come focus la crescita industriale mirata ad aumentare il valore del titolo e i dividendi degli azionisti.

Partendo da questo punto di vista, che ritengo oggettivo, dobbiamo lavorare per trovare un punto d’incontro che trovi la massima soddisfazione delle parti, tra le mille difficoltà che il mercato attuale ci pone davanti all’obiettivo.

E’ il gioco di squadra che deve essere protagonista, con noi Agenti consapevoli della nostra forza, consapevoli della impossibilità della mandante di ottenere risultati senza la nostra incessante attività, che necessita di entusiasmo, di semplificazione e di velocità d’azione; tutti processi mirati a fornire ritorni economici congrui e proporzionali in relazione alle nostre capacità e alle nostre sempre crescenti responsabilità.

Il mercato Italiano, ad oggi, dà ragione a noi Agenti che, pur se con ampi margini di miglioramento, abbiamo la chiave del successo in mano; abbiamo infatti la relazione e la fiducia del cliente che, sempre più dopo essersi informato su internet e social, chiede a noi conferme e le soluzioni più adatte alle sue esigenze.

Sulla base di quanto sopra, dobbiamo puntare in questo triennio alla ricerca di compromessi soddisfacenti per le parti in causa.

Ritengo necessario mettere da parte quindi ogni personalismo e ben venga l’invito, ricevuto dal Congresso, a favorire il confronto con i colleghi europei e con gli altri Gruppi Agenti appartenenti a Generali Italia.

La storia di ognuno di noi, le nostre peculiarità e i nostri personali talenti devono diventare una solida base di partenza per rendere la nostra rete, così eterogenea, coesa e complice nelle trattative più importanti, prima tra queste il mandato unico; che è la prima grande sfida che la mozione Congressuale ha posto in campo.

 

Stefano Maestri Accesi

Componente Giunta Esecutiva