News

Agenti, le iniziative di solidarietà per le zone terremotate

4 Settembre 2016

Anche il mondo agenziale si muove con iniziative di sostegno alle popolazioni delle zone colpite dal gravissimo terremoto del 24 agosto scorso.
Lo Sna ha aperto una raccolta di fondi: il gruppo di lavoro composto dai Presidenti provinciali dei territori interessati dal sisma ha inviato una comunicazione a tutti i Coordinatori regionali, invitandoli a diffondere l’iniziativa fra i presidenti provinciali e, a cascata, fra tutti gli iscritti al Sindacato. “I fondi raccolti saranno destinati a iniziative utili a sostenere la ripresa della vita sociale ed economica di una popolazione duramente messa alla prova da questa catastrofe”, ha dichiarato Gaetano Vicinanza, coordinatore del gruppo di lavoro spiegando che il Sindacato ha ritenuto di non far confluire le offerte sui canali di raccolta già esistenti, ma di organizzare autonomamente la raccolta per favorire una più ampia partecipazione dei colleghi. Il conto corrente Pro-terremoto centro Italia 24/8 – Sindacato nazionale agenti di assicurazioni è già attivo presso il Banco Popolare, filiale di Sassuolo con questo Iban: IT 58 Q 05034 67010 000000017479. ”.
Una raccolta fondi è stata promossa anche dal Consiglio direttivo del gruppo agenti Zurich, guidato da Enrico Ulivieri. I dettagli della delibera saranno illustrati nel corso delle prossime riunioni interterritoriali, che si svolgeranno a Roma il 20 settembre (presso il Best Western Hotel Universo) e a Milano il 21 settembre (presso l’Hotel Michelangelo).
Vincenzo Cirasola, presidente nazionale di Anapa Rete ImpresAgenzia, appena appresa la notizia del terremoto si è subito messo in contatto con i rappresentanti locali dell’associazione per sincerarsi dei danni subiti, raccogliere informazioni dettagliate sugli appalti ed esprimere, a nome di tutti gli associati la più sincera solidarietà e vicinanza. Nessun associato Anapa Rete ImpresAgenzia è stato direttamente colpito e coinvolto dal dramma. L’associazione ha deciso di assecondare il desiderio espresso dai rappresentanti locali di non istituire nessuna raccolta fondi a loro favore, perché saranno le stesse agenzie in loco a coordinarsi per rendere la raccolta fondi diretta e rivolta alle persone bisognose. L’invito dell’associazione è di devolvere il proprio contributo a una delle tante “serie” ed esperte associazioni che hanno come scopo sociale l’aiuto ai bisognosi. “Abbiamo lasciato liberi i nostri gruppi agenti e i nostri aderenti, che conoscono meglio le realtà locali, di attivarsi come meglio credono a favore dei propri iscritti”, ha dichiarato Vincenzo Cirasola, “intervenendo anche presso la propria mandante, per richiedere provvedimenti straordinari a favore della clientela colpita dal sisma. Cogliamo però l’occasione di ribadire alle istituzioni che non possiamo e non dobbiamo assuefarci alle catastrofi, ma dobbiamo agire sulla prevenzione. Come Anapa c’eravamo già attivati da tempo con una proposta di legge, sul modello francese, di semi-obbligatorietà, per la prevenzione delle calamità naturali, anche con coperture assicurative ad hoc. Ci auguriamo che il nostro appello non vada inascoltato e che le istituzioni, il Governo e il Parlamento, inizino a mostrare maggiore sensibilità verso questo tema.

FONTE IO TI ASSICURO