News

COME GIA’ DETTO: I MANAGER VANNO E VENGONO. GLI AGENTI RESTANO

31 Gennaio 2016

Foto editoriale GAA

Cari colleghi,

come già saprete il nostro group ceo Mario Greco ha comunicato che al termine del mandato non è più disposto a rinnovarlo e che quindi a fine marzo concluderà la sua guida di Generali Italia. In primo piano trovate un articolo dove i vari presidenti dei GAA della “galassia” di Generali Italia, hanno rilasciato i propri commenti, ognuno in base alla propria visione. Per quanto mi riguarda non ho fatto altro che riaffermare, ora come non mai, quello che è sempre stato il mio slogan preferito ossia: “I manager vanno e vengono. Gli agenti restano”.

Perché quindi dovremmo essere preoccupati? Come tanti di noi, agenti “storici”, ho iniziato a lavorare in Generali a 19 anni, quando ero poco più di un ragazzo, e sono ancora qua, dopo oltre 40 anni, sempre in prima linea. Ho visto passare tanti top manager in questi anni e quindi non sono né spaventato, né tanto meno sorpreso che di fronte a una nuova offerta di lavoro e sfida un manager decida di cambiare casacca. Non sarà il primo e nemmeno l’ultimo. Quello che auspico è che il successore, che si dice sarà nominato in fretta, sia un manager che creda nella centralità dell’agente nel sistema distributivo e che ne capisca il ruolo e l’essenza nella relazione con il cliente e nella consulenza. Devo dire che in Generali questa linea è stata sempre condivisa, quindi mi auguro che anche il nuovo arrivato saprà ben adeguarsi a questo pensiero. E se non lo farà, saremo noi a ricordarglielo. Visto che come agenti abbiamo sempre dato il nostro contributo fondamentale alla crescita del business e alla creazione dell’utile e alla distribuzione dei dividendi. Tutti elementi che non possono essere trascurati e che non cambieranno.

Sono fiducioso che potremo fin da subito instaurare anche con il nuovo group ceo una proficua collaborazione, così come è stato con Mario Greco, manager di grande esperienza, in modo da proseguire il cammino che ci sta portando, con qualche difficoltà, verso Generali Italia.

Come ho dichiarato alla stampa, ribadisco anche qui che appena sarà nominato il nuovo ceo sarà accolto come tutti i predecessori, non solo dal Gruppo Agenti da me presieduto, ma anche dai rappresentanti degli agenti di Francia e Germania, con i quali a febbraio ci rivedremo a Parigi, per una riunione del Coordinamento Europeo degli Agenti Generali Europe, visto che insieme rappresentiamo circa il 70% del fatturato mondiale di Assicurazioni Generali. E chiunque verrà, lo sa.

Buona lettura!

Il presidente

Vincenzo Cirasola