News

EIOPA ANNUNCIA I RISULTATI DELLO STRESS TEST DEL SETTORE ASSICURATIVO EUROPEO PER IL 2016

5 Gennaio 2017

L’Autorità europea delle assicurazioni e delle pensioni aziendali e professionali (EIOPA) ha annunciato oggi i risultati dello stress test del settore assicurativo europeo per il 2016. L’esercizio di quest’anno era volto a valutare le vulnerabilità e la resilienza degli assicuratori a due severi mutamenti dei mercati: un contesto di rendimenti bassi prolungati e uno scenario “doppio impatto”. Lo scenario di “rendimenti bassi per lungo tempo” ipotizza una situazione di radicata stagnazione che spinge al ribasso i rendimenti su tutte le scadenze per un lungo periodo di tempo, mentre lo scenario “doppio impatto” riflette un improvviso aumento nei premi per il rischio combinato a un contesto di rendimenti bassi. La severità degli scenari va oltre i requisiti patrimoniali di Solvency II.
Nella prima valutazione di vulnerabilità effettuata dopo l’attuazione del quadro normativo di Solvency II, le imprese partecipanti hanno calcolato l’impatto sui loro bilanci di questi severi scenari di stress con riferimento al 1 gennaio 2016. L’esercizio ha visto coinvolte 236 imprese di assicurazione di 30 paesi europei, con una copertura del mercato del 77% in termini di business rilevante (riserve tecniche vita con l’esclusione dei business malattia e unit linked) e ha visto la partecipazione anche di medie e piccole imprese.

Nella situazione di base (pre-stress), i risultati indicano che su base aggregata le imprese sono adeguatamente capitalizzate in base a Solvency II, con un indice di solvibilità complessivo (SCR ratio) del 196%. Più del 70% dei partecipanti risulta avere una copertura del requisito patrimoniale (SCR) superiore al 160%. Solo due imprese, rappresentanti lo 0,02% del totale attivi del campione, presentano un indice di solvibilità al di sotto del 100%. L’indice di solvibilità complessivo scende al 136% (32 imprese sotto al 100% per una quota del 26% del totale attivi) se si escludono gli effetti delle c.d. misure Long Term Guarantee (LTG) e delle misure transitorie. La qualità dei fondi propri è generalmente alta con quelli di migliore qualità (Tier 1) che rappresentano il 90% del totale.
L’impatto di entrambi gli scenari di stress è similare in termini di riduzione media del rapporto attività-passività, tuttavia non è ugualmente distribuito tra imprese e mercati nazionali. I diversi livelli di vulnerabilità individuati corrispondono alle diverse caratteristiche di mercato e/o strutture di bilancio.
Lo scenario “doppio impatto” presenta un effetto negativo sui bilanci delle imprese prossimo a 160 miliardi di euro (-28,9% dell’eccedenza totale delle attività rispetto alle passività) con più del 40% del campione che perderebbe più di un terzo di tale eccedenza. Escludendo le misure LTG e le misure transitorie, tale effetto riguarderebbe circa il 70% del campione.

Lo scenario “rendimenti bassi per lungo tempo” ha prodotto una diminuzione dell’eccedenza totale delle attività rispetto alle passività di circa 100 miliardi di euro e un numero di imprese rappresentanti il 16% del campione perderebbe più di un terzo di tale eccedenza (25% se si escludono le misure LTG e le misure transitorie).
Tali risultati forniscono una stima della vulnerabilità del settore assicurativo a un contesto di rendimenti bassi e a un pronunciato rialzo dei premi per il rischio. Confermano inoltre che le misure LTG e le misure transitorie forniscono l’auspicato “cuscinetto” di stabilità finanziaria, agendo potenzialmente in maniera anticiclica, ma è richiesta un’azione di vigilanza per evitare una percezione erronea dei rischi connessi alle criticità nel medio-lungo termine insite negli scenari testati.

L’EIOPA, nel suo ruolo di coordinamento, coadiuverà le NSA e le imprese nel dar seguito a tali Raccomandazioni.
Gabriel Bernardino, Presidente EIOPA, ha affermato: “I risultati dello stress test EIOPA di quest’anno hanno confermato le sfide rilevanti per il settore assicurativo europeo innescate dall’attuale contesto macro-economico. Lo Stress Test 2016, svolto per la prima volta dopo l’entrata in vigore di Solvency II, ha di fatto fornito un’immagine “ad alta definizione” delle vulnerabilità del settore che richiedono particolare attenzione da parte dei supervisori. L’EIOPA provvederà a monitorare attentamente l’attuazione delle Raccomandazioni da parte delle NSA al fine di garantire una risposta concertata a situazioni suscettibili di costituire una minaccia per l’esistenza dell’entità vigilata e, collettivamente, per l’intero sistema.”
La Relazione sui risultati dello Stress Test assicurativo EIOPA per il 2016 può essere consultata sul sito EIOPA.