News

Generali estende al franchising la consulenza nella valutazione del rischio azienda

16 Gennaio 2016

Generali ha lanciato per i propri clienti corporate un servizio di consulenza innovativo per supportarli nella valutazione del rischio d’impresa, estendendolo ora anche alle attività svolte in franchising.

Il servizio, promosso recentemente da Generali France e denominato Generali Performance Globale, spiega una nota, permette di effettuare una valutazione dell’impresa che va oltre i tradizionali servizi di loss prevention. La novità è che la consulenza riguarda anche elementi quali i risultati finanziari e gli asset intangibili come reputazione e brand.

L’analisi è fondata su 60 criteri, metà dei quali collegati alla Responsabilità Sociale, e permette di individuare punti di forza e di debolezza dell’azienda; dopo una prima valutazione del rischio d’impresa, viene attribuito alle aziende interessate un punteggio in ventesimi, e solo chi ne riceve almeno quindici può ottenere il marchio Generali Performance Globale, beneficiando di un’offerta assicurativa molto ampia, entro la quale scegliere i prodotti più adeguati. Il servizio prevede inoltre un piano di supporto e sviluppo che tiene conto delle specifiche esigenze che emergono dall’analisi dell’attività d’impresa.

Considerato il successo di questa iniziativa, Generali France, in partnership con Sgs – società leader mondiale di ispezione, controllo, analisi e certificazione, ha deciso di estendere il servizio di consulenza alle specifiche esigenze dei franchising, mettendo a punto un sistema di analisi basato sui criteri di performance per valutare processi, governance e relazioni tra la società principale e le affiliate. Generali ha studiato questo servizio con il duplice obiettivo di promuovere l’attività d’impresa e allinearsi alle best practice della Responsabilità Sociale. Il primo franchising ad avere stipulato Generali Performance Globale è la storica catena di ristoranti francesi Courtepaille, che vanta 280 ristoranti e un giro d’affari di 313 milioni di euro.

FONTE ASSINEWS 13 GENNAIO