News

Generali lancia il riposizionamento strategico sul mercato tedesco

17 Settembre 2015

Generali presenta oggi il riposizionamento strategico del proprio business in Germania. L’obiettivo della compagnia del Leone è quello di “migliorare ulteriormente la posizione competitiva del Gruppo sul mercato entro la fine del 2018 grazie a una governance più semplice e focalizzata sul business, un maggiore focus sui punti di forza delle reti distributive, un nuovo modello di business nel vita che garantisca redditività a lungo termine e una
piattaforma operativa più efficiente e moderna”.
Focus sui punti di forza distributivi con compagnie dedicate al cliente. Nuova e semplificata governance a matrice Generali Deutschland farà leva sui propri punti di forza, personalizzando l’offerta di prodotti sui tre pilastri: Generali, compagnia multi-line vita e danni operativa nei canali agenti e broker, AachenMünchener, leader nel prodotti unit linked, dedicata con successo a DVAG, il più forte network di servizi finanziari in Germania e CosmosDirekt, leader nel canale diretto e nei prodotti term-life. Il Gruppo può contare inoltre sulle compagnie provider di prodotti specializzati Central, Advocard, Dialog e Badenia. L’offerta di soluzioni efficaci e personalizzate a clienti e canali distributivi sarà accompagnata da una governance più razionale e semplificata a livello di Country.

“Nel corso degli ultimi due anni, abbiamo riorganizzato le attività in alcuni dei principali mercati europei, quali Italia e Francia, con l’obiettivo di semplificare il nostro business, rendere i processi più efficienti e puntare all’ eccellenza tecnica – ha affermato il Group CEO di Generali, Mario Greco –. Ora, dopo il completamento dell’acquisizione delle minorities di Generali Deutschland nel 2014, siamo pronti a lanciare un riposizionamento strategico che ci consenta di essere ancora più ambiziosi e pronti ad affrontare le sfide che ci attendono in Germania, il secondo mercato del Gruppo. La Germania avrà un ruolo chiave nei prossimi anni consentendoci di offrire servizi assicurativi di eccellenza ai clienti e di essere ancora più attrattivi per i nostri azionisti. Sono molto fiducioso che il nuovo management, insieme all’impegno di tutti i colleghi, riuscirà a rinnovare e migliorare ulteriormente le nostre attività nel Paese”.
Generali Deutschland Holding sarà integrata con Generali Versicherung e Generali Leben nella nuova Generali Deutschland, con sede a Monaco di Baviera.
La nuova Generali Deutschland gestirà il business delle altre compagnie tedesche “attraverso un modello organizzativo a matrice, eliminando in questo modo la duplicazione di costi e sfruttando sinergie a livello Paese e best practice internazionali. Questa impostazione consentirà una riduzione delle funzioni di direzione e dei membri dei board e garantirà una maggiore prossimità del management di Generali Deutschland a clienti, forze distributive e attività operative”.

La compagnia ha come obiettivo quello di “fornire servizi clienti più efficaci e ridurre costi non necessari, per colmare il gap con i best-in-class del mercato tedesco”. La riduzione dei costi andrà ad incidere in maniera proporzionalmente più elevata sulle spese non legate al personale. La società darà il via a colloqui con i rappresentanti dei lavoratori “in merito alla modalità migliore per raggiungere questo obiettivo”.
“New normal” nel vita, nuovo modello di business. Focus sull’innovazione di prodotto Il modello di business nel vita verrà significativamente modificato introducendo un “New Normal” nel mercato assicurativo tedesco. Il Gruppo ridisegnerà il portafoglio vita retail, riducendo la vendita dei prodotti tradizionali – sui quali in particolare Generali Leben è attualmente focalizzata – e rafforzando ulteriormente l’offerta di prodotti unit linked, ibridi e term-life, dove Generali Deutschland è già leader di mercato grazie a AachenMünchener e CosmosDirekt. Il Gruppo “continuerà a operare in modo selettivo nel segmento tradizionale vita per clienti corporate e vuole rafforzare la nuova produzione e il cross selling nel business term-life e invalidità professionale”.
Inoltre, Generali “gestirà in maniera mirata e disciplinata il portafoglio corrente attraverso un miglioramento dell’efficienza e dell’equilibrio fra attività e passività. Il rilancio dell’attività sarà inoltre sostenuto da un forte focus sulla fidelizzazione del cliente e con iniziative di cross-selling in tutti i segmenti”.
Generali riorienterà la propria offerta puntando sulla digitalizzazione “che permetterà di trarre pieno vantaggio dalle iniziative in fase di sviluppo” a livello di Gruppo. Il Leone intende essere all’avanguardia “nello sviluppo di soluzioni assicurative basate su telematica, domotica e wellness management, come testimoniato dal nuovo concept Vitality”.

“Stiamo prendendo oggi la giusta direzione per vincere le sfide su questo mercato: bassi tassi d’interesse, rigida regolamentazione e forte concorrenza stanno mettendo sotto pressione il futuro dell’assicurazione vita in Germania – ha commentato il CEO di Generali Deutschland, Giovanni Liverani –. La nostra strategia è stata sviluppata ascoltando con attenzione tutti gli stakeholders e seguirà tre principi fondamentali: servire meglio i nostri clienti facendo leva sulla nostra forza distributiva, offrire prodotti migliori attraverso processi più snelli grazie alla
digitalizzazione; semplificare la governance per decidere più rapidamente ed essere più efficienti e più efficaci sul mercato”.
Una piattaforma operativa più semplice ed efficace con un back-office digitalizzato e unificato. Il Gruppo “razionalizzerà e migliorerà la propria architettura IT con l’obiettivo di raggiungere una completa digitalizzazione dei processi chiave e stabilire un approccio multi-access e moderno con le reti distributive e i clienti”. Il Leone intende operare “con servizi dedicati al cliente presso ciascuna business unit, mentre le attuali frammentate operazioni di back-office che non hanno contatti con la clientela, saranno consolidate a livello di country in Generali Deutschland Services, sfruttando economie di scala e geografiche. Un approccio più efficiente sarà adottato anche nella gestione dei sinistri, con l’introduzione di procedure standardizzate e best practice in tutto il Gruppo”.

FONTE INTERMEDIA CHANNEL