News

GRUPPO AGENTI GENERALI: COSA HA OTTENUTO LA COMMISSIONE VITA

23 Ottobre 2016

Nonostante questi ultimi tre anni siano stati caratterizzati dalla direzione vita principalmente impegnata a migrare il portafoglio delle reti di Ina-Assitalia e di Lloyd Italico, Toro e Augusta nei sistemi portanti di Assicurazioni Generali e lo spazio a disposizione per nuovi prodotti e nuove iniziative sia stato limitato, la commissione vita del Gruppo agenti Generali (oggi Gruppo agenti Generali Italia) si è data molto da fare, ottenendo diversi risultati. Quanto centrato è stato ricordato nel corso dell’ultimo congresso del gruppo agenti a Venezia. Questi i risultati ottenuti: la riduzione del premio minimo per i versamenti aggiuntivi Valore Quota a 600 euro; la possibilità di vendere Valore Futuro con l’opzione provvigioni pre-contate del 2%, in alternativa a quanto già in essere; la modifica delle esclusioni in caso di morte della tariffa Generali Smart Life; il posticipo del processo di interessi per ritardato pagamento vita fino a quando non ci sarà la comunicazione negli avvisi; la riduzione, al minimo, dell’impatto burocratico del regolamento 5/2014, riguardo la disposizione di adeguata verifica della clientela; la possibilità di scegliere nel Pip GeneraFuturo l’opzione provvigioni “ricorrenti” e/o di poter eliminare la garanzia accessoria Ltc. Infine, «nonostante il ridottissimo spazio concesso da Gbs per i nuovi prodotti», la commissione vita del gruppo agenti ha «ideato, proposto alla direzione e ottenuto la nuova soluzione a premio unico, No Load a vita intera, Generali Forever, che possono sottoscrivere tutti i clienti con un premio iniziale di almeno 25.000  euro e con la possibilità di versamenti aggiuntivi a partire da 10.000 euro»

FONTE TUTTO INTERMEDIARI