News

GRUPPO GENERALI: LO STATO DI AVANZAMENTO DEGLI OBIETTIVI A FINE 2016

26 Marzo 2017

Oltre a diramare al mercato i risultati relativi al bilancio 2016, il Gruppo Generali ha fatto il punto sullo stato di avanzamento del piano strategico presentato in occasione dell’ultimo Investor Day. Vediamo, in sintesi, come è la situazione per alcuni indicatori al termine del 2016.

Per quanto riguarda l’ottimizzazione della presenza internazionale, il Leone ha comunicato che tutti i processi sono stati attivati (l’impegno del gruppo Generali è arrivare ad almeno 1 miliardo di euro a livello di proventi di cassa). In tema di razionalizzazione della macchina operativa, la riduzione ottenuta nel 2016 è stata di circa 70 milioni di euro (la riduzione nominale dei costi nei mercati maturi entro il 2019 è stata fissata in 200 milioni di euro).

Per quanto concerne il ribilanciamento del portafoglio (verso prodotti a più basso assorbimento di capitale) il Leone si sta impegnando per un’ottimizzazione delle passività puntando a ottenere una riduzione di 30 bps della garanzia nel portafoglio vita e un aumento di 6 punti percentuali delle riserve capital-light (business vita a basso assorbimento di capitale); al termine del 2016 questi due indicatori sono pari a una riduzione di 7 bps e a un aumento di 2 punti percentuali. In tema di innovazione per clienti e distributori, il tasso di ritenzione (conservazione) dei clienti è aumentato di 1,2 punti percentuali (l’obiettivo è un incremento di 2 punti percentuali). Altro obiettivo è l’azione di rafforzamento del brand: il Gruppo Generali punta a incrementare del 3% il grado di preferenza nei mercati maturi. A fine 2016 siamo a +0,5%.

Il Leone ha confermato, inoltre, i principali target finanziari al 2018. Per quanto riguarda il target di net operating cash cumulativo di oltre 7 miliardi di euro entro il 2018, il Gruppo ha raggiunto a fine 2016 i 3,5 miliardi di euro, mentre per quanto concerne il target di oltre 5 miliardi di euro di dividendi aggregati al 2018, il Gruppo Generali ha raggiunto i 2,4 miliardi di euro a fine 2016. Infine, con riferimento al target del Roe superiore al 13%, il Gruppo ha registrato un livello medio (calcolato sul biennio 2015-2016) pari al 13,8%.

Nel corso del 2017 il Leone si è posto l’obiettivo di aumentare il focus sulle iniziative del programma di Technical Excellence (Techex) e di risparmio dei costi. Nel segmento vita «si rafforzerà il valore del portafoglio con un approccio di semplificazione e innovazione della gamma di soluzioni di prodotto. La gestione del segmento danni continuerà a essere chiave per l’attuazione della strategia del gruppo, che punta a diventare leader nel segmento retail in Europa, grazie al livello di assorbimento di capitale di tali prodotti che ne permette un’allocazione efficiente».

Infine, «nonostante il difficile contesto e l’elevata volatilità dei mercati finanziari, nel 2017 il gruppo prevede di aumentare la remunerazione degli azionisti in coerenza con il piano strategico già presentato al mercato».

FONTE TUTTO INTERMEDIARI