News

Insurance Europe, nel 2017 le compagnie europee hanno pagato 2,8 miliardi di Euro al giorno per i sinistri

11 Marzo 2019

Secondo quanto riporta l’ultima edizione del rapporto European Insurance in Figures di Insurance Europe (l’associazione europea delle compagnie assicurative e riassicurative), nel 2017 il volume di premi lordi contabilizzati delle compagnie europee è salito del 4,7% a 1.213 miliardi di Euro, con una crescita che ha attraversato trasversalmente tutte le linee di attività: +5% nel Vita, +4% nei rami Salute e +4,4% nei Danni (con un picco del +5,4% nel comparto Responsabilità civile). Tra il 2013 ed il 2017, i premi complessivi in Europa sono aumentati ad un tasso medio del 3,2% annuo.

La crescita registrata nel 2017 è stata trainata principalmente dai tre maggiori mercati europei (Regno Unito, Francia e Germania), che hanno raccolto il 57,2% del totale dei premi nel Vecchio continente. Anche i mercati dei Paesi nordici e dell’Europa centro-orientale hanno contribuito allo sviluppo della raccolta. In Italia, il quarto più grande mercato continentale, è invece proseguito il calo dei volumi (-2,5%), sebbene ad un ritmo inferiore rispetto al 2016, quando la flessione era stata dell’8,7%. Diversi altri mercati hanno invece chiuso il 2017 con premi lordi contabilizzati stabili o moderatamente mossi rispetto al 2016: Paesi Bassi (+0,6%), Spagna (-0,4%), Svizzera (-0,9%), Belgio (-0,3%) e Austria (+ 0,4%).

Il tasso di crescita del Vecchio continente è risultato leggermente superiore di quello su scala globale: a livello mondiale si è infatti registrato un incremento del 4% a 4.892 miliardi di dollari, con un tasso di incremento più elevato rispetto al 2016 (+2,9%). L’Asia ha continuato a rappresentare il principale motore di sviluppo dell’industria assicurativa su scala globale, sebbene a un ritmo più moderato rispetto al 2016 (+7% nel 2017 contro il + 9,6% dell’anno precedente). Il Nord America ha mantenuto un tasso di incremento costante (+ 2,3% nel 2017 contro il + 2,1% del 2016), mentre l’America Latina ha registrato un notevole rimbalzo rispetto al 2016 (+9,9% contro -3,4%). I volumi in Oceania hanno proseguito nella flessione, per quanto vi siano segnali di miglioramento (-1,5% nel 2017 contro il -5,2% del 2016).

Tornando agli indicatori delle compagnie assicurative europee, i sinistri e le altre prestazioni liquidate hanno osservato un aumento dell’8,8% a 1.014 miliardi di Euro nel 2017, dopo il +1,8% registrato nel 2016. Il volume dei sinistri e delle altre prestazioni liquidate nel 2017 è equivalente a 1.697 Euro pro capite o 2,8 miliardi di Euro al giorno. I quattro maggiori mercati europei (Regno Unito, Francia, Germania e Italia) pesano per il 76% di tutti i sinistri e degli altri indennizzi liquidati nel 2017, in aumento del 7% rispetto al 2016.

L’importo medio pro capite speso in Europa (la densità assicurativa) è cresciuto di 83 Euro (4,3%) a 2.030 Euro, di cui 1.188 in assicurazioni Vita, 221 in soluzioni dei rami Salute vita e 621 in assicurazioni dei rami Danni.

La penetrazione assicurativa media (il rapporto percentuale tra premi lordi contabilizzati e Prodotto interno lordo) è stata del 7,53% nel 2017, in incremento di 0,14 punti percentuali rispetto al 2016. All’aumento della penetrazione assicurativa nel Vecchio continente ha contribuito soprattutto il comparto Vita (+0,1 p.p. al 4,44%), ma anche Salute e Danni hanno registrato indicatori in leggero rialzo (rispettivamente +0,01 p.p. allo 0,82% e +0,04 p.p. al 2,22%).

Intermedia Channel