News

Lettera di saluto del presidente neo eletto, Federico Serrao

21 Maggio 2024

Mogliano V.to, 21 maggio 2024

 

A TUTTI GLI ASSOCIATI

Loro sedi

 

Care Colleghe e cari Colleghi,

 

a seguito dell’elezione a presidente del GA-GI, avvenuta il 15 maggio ad opera del Consiglio Direttivo,

desidero innanzitutto inviare un affettuoso saluto a tutti e, con la gioia che mi accompagna nel ricevere questa responsabilità, ringraziare i membri del Consiglio Direttivo per la stima e fiducia accordata nell’affidarmi l’incarico di presiedere il nostro Gruppo Agenti. E’ un privilegio che affronterò con lo stesso impegno e la stessa passione che hanno sempre caratterizzato il mio operato all’interno del GA-GI.

Consapevole che la nostra situazione interna impone riflessioni molto profonde che ognuna debba andare nella direzione di fortificare la nostra rappresentanza e la forza contrattuale nei confronti della Mandante,  mi approccio a ricoprire questo incarico non solo con spirito di servizio ma anche con il sincero desiderio di proseguire il lavoro di un presidente storico, che insieme a tanti colleghi ha raggiunto importanti obiettivi per garantire al nostro Gruppo l’identità e la dignità che merita.

Oltre alla passione, posso mettere a disposizione di tutti Voi l’esperienza maturata in molti anni di attività sindacale e di rappresentanza della categoria. Lo farò con l’orgoglio che provo nel rappresentare i migliori professionisti del mercato assicurativo italiano e con la maturità acquisita durante gli ultimi vent’anni di vita sindacale, di cui gli ultimi 8 trascorsi insieme a Voi.

La mia esperienza professionale mi consente di ereditare il testimone dal Presidente più longevo e apprezzato di sempre con una conoscenza ed una consapevolezza del ruolo che ritengo possano costituire la migliore garanzia da offrirvi in questo contesto storico così travagliato per la nostra Associazione.

Ma questo aspetto, seppur di una certa rilevanza, non basta.

Ciò che conta veramente sono i risultati da ottenere, come il cercare di risolvere le molte criticità all’interno delle quali ci troviamo ad operare quotidianamente. Perché è indubbio, che accanto ai temi che ci accalorano politicamente, dobbiamo focalizzare la nostra attenzione sulle questioni che toccano la nostra veste imprenditoriale. E’ su queste che Voi dovrete giudicarci e verso le quali dobbiamo convogliare le nostre energie.

Insieme ai componenti della Giunta Esecutiva promuoveremo il completamento degli impegni affidatici dall’assemblea di Monopoli e contenuti nella mozione congressuale del giugno 2022, e tra questi non possono mancare l’affrontare e contrastare con forza le implicazioni che gli eventi climatici estremi hanno già avuto e stanno avendo oltre che sul nostro territorio, sul nostro tessuto sociale e produttivo, anche sulle polizze che insistono sui nostri portafogli; elemento questo che stiamo contestando con veemenza e che proprio ieri  ci ha visto impegnati in un incontro che ci auguriamo possa essere risolutore della fase più critica che ha caratterizzato sin qui l’atteggiamento della Compagnia.

Mi auguro infine che il tempo che trascorrerà, da oggi al prossimo Congresso Elettivo, sarà il tempo dell’ampia condivisione di idee, di suggerimenti e di proposte provenienti da tutti i membri del Consiglio, affinché il GA-GI possa riguadagnare slancio e rafforzare la propria autorevolezza.

Personalmente sposo il concetto della “delega”, sino a quando questa viene onorata. E sono certo che lavorare assieme, nel rispetto dei reciproci ruoli e delle specifiche competenze, ci aiuterà a ritrovare un clima dialogante e costruttivo.

Sono tante le idee e i progetti che hanno bisogno di energia, partecipazione, entusiasmo e collaborazione per continuare ad essere il gruppo agenti leader del mercato e faro da seguire. A questo proposito, proprio nel solco di quanto espresso già al Congresso di Monopoli, ritengo si debba proseguire la ricerca del confronto con gli altri Gruppi Agenti e la valutazione di percorsi confederativi. E’ indubbio che l’ingresso di Cattolica Assicurazioni in Generali Italia modifichi, in incremento, la base associativa totale di Generali Italia, e ci richiami ad equilibri diversi rispetto agli attuali. 

Sono tanti altri i fattori che determineranno il nostro domani, compresi quelle che ci consentano di essere più liberi di svolgere la nostra professione e assistere i nostri clienti a 360 gradi. Sono pronto a costruire assieme a tutti Voi questo domani, consapevole che sarà necessario confrontarsi in una assise più ampia quale solo la nostra Assemblea che è sovrana, potrà verificarne e sancirne la forza e l’efficacia.

Non posso chiudere questo mio saluto senza rivolgere un sentito ringraziamento a Vincenzo Cirasola, lo storico presidente che ha guidato il nostro Gruppo per 22 anni e lo faccio a titolo personale.

Quello che mi ha trasmesso è per me il motore con il quale cercherò di guidare la nostra macchina, ed i forti momenti che abbiamo condiviso, fanno da corazza, per quanto è passato e per le sfide che ci attendono, con l’obiettivo di giungere a traguardi per tutti NOI, nonostante la triste situazione, purtroppo ancora non esauritasi, verificatisi nel GA-GI.

Ritengo di poter affermare tranquillamente che Vincenzo, pur con i distinguo e le differenze di opinione che abbiamo avuto in questi anni, sia una persona e un Collega cui ispirarsi profondamente sotto molteplici aspetti. E francamente mi piace rimarcarlo oggi, quando sembrerebbero esserci meno persone disposte a scriverlo, rispetto a ieri.

Con affetto.

 

Il Presidente

Federico Serrao