News

L’immobilismo intorno al Fondo pensione agenti

3 Febbraio 2015

A un anno di distanza dall’apertura della crisi, non c’è ancora un piano di salvataggio approvato

 

Mentre il Fondo pensione agenti si appresta a eleggere la nuova assemblea dei delegati 2015-2020, sul sito www.fonage.it sono pubblicate le liste presentate da Sna e Unapass, resta ancora irrisolta la questione della sua stessa sopravvivenza. È quanto fa notare Anapa, che ha scritto una lettera ai vertici di Fpa per denunciare un “generale immobilismo sulla vicenda”.

A più di un anno dell’allarme lanciato per le condizioni finanziarie del fondo e l’apertura della crisi, con il blocco (marzo 2014) dei trasferimenti volontari, ancora non esiste un percorso condiviso per il salvataggio dello strumento pensionistico: Anapa, Unapass e Ania hanno da tempo concordato su un piano comune, ma Sna continua a opporsi non condividendo le modalità proposte dalle compagnie.
Anapa chiede, quindi, “con fermezza” al cda di Fpa di approvare il piano di salvataggio condiviso, “anche in mancanza della condivisione dello Sna, facendo prevalere il sacrosanto principio della maggioranza e il senso di responsabilità a favore degli agenti di assicurazione, evitando, così, il deleterio commissariamento da parte della Covip”.

FONTE INSURANCE TRADE