News

MASSIVA ADESIONE ALLA SERRATA DI LUNEDI’ 18 NOVEMBRE

7 Novembre 2019
GAGI_logo_revise_DEF

Mogliano V.to, 7 novembre 2019

PER CONTO DELLA GIUNTA ESECUTIVA

A TUTTI GLI ASSOCIATI

Loro sedi

 

Care Colleghe e Cari Colleghi,

con riferimento alla nostra iniziativa di chiudere le agenzie il 18 novembre p.v., sono davvero emozionato di comunicarvi che ci sono arrivate moltissime adesioni e ci manca poco per arrivare all’unanimità delle agenzie.

A tal proposito, ricordo a chi, per dimenticanza, non l’avesse ancora fatto che è consigliabile inviare celermente la PEC alla prefettura provinciale di competenza e, per conoscenza, alla nostra segreteria (trovate tutte le indicazioni nel “kit agenziale” allegato alla presente).

Dobbiamo essere molto orgogliosi del risultato raggiunto perché afferma la forza e la coesione del nostro storico Gruppo Agenti, che è essenziale per portare avanti con tenacia le nostre istanze alla compagnia, attuali e future, oltre che per il rispetto e la dignità della nostra associazione che sin dal 1946 tutela gli interessi degli agenti ex AG e che oggi rappresenta il 57% degli agenti di Generali Italia.

Tale forza è stata già ben percepita dalla compagnia durante il viaggio premio in Argentina (la quale, forse, dopo il road show, non si aspettava una tale massiva adesione), tanto che l’amministratore delegato, ing. Marco Sesana, sabato scorso mi ha chiamato per invitarmi ad un urgente incontro, che è avvenuto ieri al 40° piano della Torre Hadid, durante una colazione di lavoro (invece di una cena al TOP questa volta c’è stato un “pranzo al TOP a quattrocchi”) della quale desidero farvi partecipi.

Durante tale incontro, ho ribadito al CEO la nostra intenzione di portare avanti l’iniziativa, che non cambiavamo idea e che NON si tornava più indietro. Egli mi ha manifestato seria preoccupazione per questa nostra “rumorosa” protesta che in pochi giorni ha visto un record di adesioni, mai avvenuta in precedenza nella storia del nostro Gruppo. Mi ricordo che nel 1986 (33 anni fa) dopo il primo anno dalla mia nomina ad agente, fu convocato un congresso straordinario a Rimini per discutere durante un ampio e accesso dibattito, la chiusura delle agenzie, che poi si rivelò un insuccesso, perché in molti decisero di “lasciare la porta socchiusa”, o addirittura del tutto aperta.

Questa volta, invece, ho confermato con fermezza all’ing. Sesana che la rivendicazione è sorta “spontaneamente dalla base” e che lunedì 18 c.m. le nostre agenzie saranno CHIUSE TOTALMENTE (senza neanche collegarci ai sistemi informatici della direzione) per l’intera giornata, e che la nostra protesta è nata proprio dalla volontà di tutelare (e non danneggiare) i nostri clienti, patrimonio importante di entrambe le imprese (agenzia e compagnia), dalle continue e reiterate disfunzioni informatiche alle quali noi agenti abbiamo dovuto adeguarci in questi anni (con l’integrazione dei 4 brand e la nascita della new-co) e che, come tale, non si tratta di un’azione estemporanea ma ha radici ben profonde, denunciate più volte anche nel 2017 quando, in occasione della convention di Reggio Emilia, avevamo avuto modo di esternare il nostro malumore per i continui disservizi conseguenti alla tanto ostentata “semplificazione”, fino ad arrivare all’ultimo congresso di Lisbona del giugno scorso dove abbiamo rimarcato che tale insoddisfazione non deriva soltanto dai problemi informatici, ma anche da tutta una serie di problematiche, assuntive e liquidative, che negli ultimi anni hanno attanagliato sempre più la nostra attività quotidiana.

Se a questo aggiungiamo anche la mancanza di rispetto nei confronti dei rappresentanti del GA-GI con i vari tentativi di discredito (basti pensare al plateale e grottesco “cambio di carte” sulla questione dei DER del mandato unico), sono certo che tutti comprenderete ancora di più che questa tale iniziativa non è frutto di demagogismo o qualunquismo ma è la conseguenza di una situazione che il nostro GA-GI non è più disposto a tollerare.

Francamente devo dire che ieri ho percepito l’ing. Sesana molto vicino e attento ad ascoltare le nostre problematiche e proposte presentate e, seppure ha sottolineato che “non ha una bacchetta magica” per poter risolvere il tutto in un istante, si è impegnato a concordare insieme concreti provvedimenti a favore delle disfunzioni delle nostre agenzie e, a tal proposito, abbiamo già fissato un prossimo primo incontro con la Giunta Esecutiva per il 21 novembre, cioè 3 giorni dopo la nostra serrata.

Questo fa capire a tutti, se ce ne fosse bisogno, che la nostra potenza negoziale dipenderà molto dal successo di questa nostra mobilitazione. Più saremo, più potremo ottenere.

Nel ringraziare di cuore i numerosissimi colleghi che hanno aderito e che hanno già inviato per conoscenza la PEC in segreteria, chiudo con un pensiero rivolto a quei pochi che non hanno ancora aderito e sono dubbiosi:

“Caro collega, il proseguo delle relazioni del nostro GA-GI con la compagnia è fortemente legato alla forza che una rappresentanza può avere solo grazie alla coesione di tutti i propri associati pertanto ti chiedo vivamente di condividere la delibera n° 456 del Consiglio Direttivo, e allinearti così alla decisione della grandissima maggioranza dei colleghi, chiudendo anche tu l’agenzia per tutte le nostre suindicate rivendicazioni. Grazie”.

Ad maiora, semper.

Affettuosi saluti

p. la Giunta Esecutiva

Dott. Vincenzo Cirasola
Presidente