News

NONOSTANTE …. TUTTO… – Il pensiero della settimana di Fulvio Galli

11 Febbraio 2019
fulvio_galli_avatar

NONOSTANTE ….  TUTTO…

Il pensiero della settimana di Fulvio Galli

 

Cari colleghi,
l’anno appena conclusosi è stato denso di avvenimenti in tutti gli ambiti (politico, industriale, finanziario, assicurativo ecc.) e non sono mancate di certo le tensioni e le preoccupazioni in tutti questi settori, il mondo assicurativo si è mosso con la giusta cautela registrando una modesta crescita nella raccolta dei premi nei diversi comparti ben lontano però dal boom registrato dal ramo Vita nel 2015 e una quasi impercettibile crescita del 2% nel ramo danni, crescita modesta ma ancora una volta sostenuta per 2/3 dalle rete agenziali.
Probabilmente uno degli elementi che ha contribuito a questo risultato è stato di sicuro la carenza di cultura assicurativa degli italiani che è rinforzata dall’utilizzo dei vari canali di distribuzione individuati come alternative alle tradizionali reti Agenziali, mi riferisco in particolare al web attraverso il quale è possibile acquistare polizze in modo “meno faticoso” ma dove la mancanza di un intermediario che fornisce consulenza, diminuisce inevitabilmente la conoscenza della materia assicurativa.
A questo diverso canale dobbiamo aggiungere gli sportelli bancari, gli uffici postali, ancora capillarmente presenti rispetto al canale bancario che sta perdendo la presa sul territorio, dove si vendono polizze e dove al posto di intermediari professionisti spesso si trovano dipendenti a cui è stata data una rapida formazione in ambito assicurativo, a volte della durata di una giornata.
Sarei proprio curioso di sapere se questi nuovi soggetti sono stati travolti dalle preoccupazioni generate da tutte le novità del settore, dalla GDPR, all’IDD, Solvency II, Regolamento IVASS ecc. a cui noi agenti siamo obbligati a sottostare con il massimo rispetto delle regole ivi contenute.
E’ pur vero che il mondo assicurativo si muove lentamente e non è soggetto a cambiamenti repentini, ma sicuramente queste novità hanno fatto sì che le aziende cambino velocemente e che adeguassero le proprie strutture a tali novità con ovvia ricaduta burocratica o meno sulle reti agenziali.
NONOSTANTE ….TUTTO questo e i sacrifici che insieme ai nostri collaboratori affrontiamo quotidianamente, per stare al passo con queste novità, noi agenti siamo ancora il punto di riferimento più importante a cui gli italiani si rivolgono per soddisfare le proprie esigenze assicurative, e di questo ne sono fermamente convinto perché la nostra professionalità e capacità di relazione non potrà mai essere sostituita da una intelligenza artificiale fruibile sul Web.

FORZA AGENTI!

Fulvio Galli
Segretario generale