News

Previdenza, in aumento flussi e patrimonio

10 Settembre 2018

Anche in Italia c’è un mercato per la previdenza complementare. E pure
di spessore, considerati i numeri pubblicati da Itinerari
Previdenziali sul suo report annuale Investitori istituzionali
italiani: iscritti, risorse e gestori per l’anno 2017. Fondi
negoziali, fondazioni bancarie, casse privatizzate e fondi
pre-esistenti gestiscono infatti un patrimonio di 237,25 miliardi di
euro, più che raddoppiato rispetto ai livelli registrati nel 2004
(+106,6%). Considerando anche fondi pensioni aperti, pip e riserve
delle compagnie assicurative, si arriva a un patrimonio complessivo di
oltre 830 miliardi di euro. Risultati positivi anche sul fronte dei
flussi, cresciuti complessivamente di 37,75 miliardi di euro su base
annua, e degli iscritti, arrivati a sfiorare quota otto milioni.
Qualche ombra, invece, se si guarda ai rendimenti: stabile nel 2017
rispetto al biennio 2015-16, il dato risulta ancora in calo sui
risultati raggiunti nel 2014. La tendenza ha mantenuto nel corso
dell’anno i rendimenti al di sopra dei parametri obiettivo
(inflazione, tfr, media quinquennale del pil), ma i dubbi rimangono:
complice anche il regime di bassi tassi di interesse e la volatilità
dei mercati finanziari, nel primo semestre del 2018 alcune linee hanno
portato risultati inferiori ai parametri obiettivo.
Si spiega così la costante ricerca di nuove asset class che siano il
meno possibile correlate a fenomeni geopolitici. Una gestione sempre
più affidata a professionisti del settore: il 70% risulta affidato
direttamente o indirettamente a gestori professionali, con un costante
incremento della fabbrica del risparmio gestito.

FONTE INSURANCE TRADE