News

Rca, dal decreto fiscale una stretta alle truffe

3 Dicembre 2018

Non ci sono, o almeno non ancora, le norme sull’Rc auto annunciate dal vice presidente del Consiglio e ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, ma nel decreto fiscale, approvato in Senato ieri e che ora deve passare all’esame della Camera, sono presenti novità di un certo rilievo per quanto riguarda le frodi assicurative.

 

I senatori hanno approvato una serie di misure che, nelle intenzioni, dovrebbero essere fortemente dissuasive per chi elude l’obbligo di assicurarsi. Pesanti multe, sospensione della patente e sequestro dell’automobile sono alcune degli interventi previsti per chi viene trovato due volte in due anni alla guida del proprio veicolo senza assicurazione; una violazione, oggi, facilmente riscontrabile vista la dematerializzazione del contrassegno e le tante possibilità di verifica a disposizione delle autorità. Il decreto fiscale inasprisce le sanzioni, raddoppiandole, da un minimo di 1.800 euro a un massimo di 6.800 euro.

 

Nel caso di una violazione ripetuta nell’arco di due anni, la norma prevede la sospensione della patente per un periodo compreso tra uno e due mesi, nonché il fermo amministrativo del veicolo per 45 giorni, anche qualora si effettui il pagamento della sanzione in misura ridotta.

FONTE INSURANCE TRADE