News

SCATOLE NERE NEI CONTRATTI RC AUTO: LE ULTIME RILEVAZIONI CONFERMANO IL TREND IN AUMENTO

10 Aprile 2016

Cresce ancora la presenza della scatola nera nei contratti assicurativi relativi alla garanzia Rc auto. È quanto evidenzia l’Ivass nell’ultima indagine Iper sull’andamento dei prezzi per la garanzia Rc auto nel quarto trimestre 2015.

In particolare, l’istituto di vigilanza ha voluto “indagare” sulla diffusione di questi dispositivi e, secondo le ultime rilevazioni, la black box era presente nel 15,8% dei contratti stipulati negli ultimi tre mesi dell’anno scorso (era il 13,6% nel quarto trimestre del 2014 e l’11,2% nel quarto trimestre 2013). Nel terzo trimestre del 2015 la percentuale era pari al 15,5%. C’è stato, quindi, un aumento seppur lieve.

La diffusione della scatola nera è caratterizzata da una sostanziale eterogeneità nel territorio: la presenza maggiore si riscontra nelle province meridionali di Calabria, Campania, Puglia e Sicilia (con percentuali superiori al 20%); quella più bassa si osserva nel nord est (percentuali inferiori al 10%), mentre al centro Italia, al nord ovest e in Sardegna si ha una diffusione media (percentuali comprese tra il 10% e il 20%).

Le prime 5 province per diffusione della scatola nera sono Caserta, Napoli, Salerno, Catania e Reggio di Calabria, con percentuali rispettivamente del 47%, 41%, 32%, 32% e 30% sul totale dei contratti. Rispetto alle rilevazioni effettuate un anno fa non è cambiato nulla (Catania ha scavalcato Salerno), al di là delle percentuali che, come osservato, erano più basse: Caserta (37,2%), Napoli (31,6%), Catania (28,5%) Salerno (26,6%), Reggio Calabria (26,2%).

 

FONTE TUTTO INTERMEDIARI