News

IL SENSO DI RESPONSABILITA’ DEGLI AGENTI

19 Febbraio 2017
Maestro_accesi_stefano_gagi

Cari colleghi ,

solitamente un editoriale-tipo prende spunto da un articolo di stampa apparso sui giornali nella settimana appena trascorsa, piuttosto che da qualche novità normativa che crea curiosità o presunte opportunità.

Questa volta mi sono preso la libertà di partire dalle mie sensazioni, dalla mia personale percezione del momento che stiamo vivendo, per riflettere insieme a voi.

Il mercato si sta evolvendo alla velocità della luce, è una frase che si dice da sempre, ma il sentiment è che oggi più che in altri momenti questo sia vero.

Il modo di approcciare il cliente si sta fortemente modificando, da una parte vincolato da lacciuoli normativi, dall’altro agevolato e allo stesso tempo reso vulnerabile dalla tecnologia.

Qualche studioso che ha poca fiducia nella nostra capacità di evolverci, questo sì l’ho letto da pochi giorni, vede addirittura la nostra professione cedere il passo e andarsi ad estinguere in pochi anni.

In tutto questo aggiungiamo lo stress che ci arriva dal leggere i giornali economici nazionali, piuttosto che dalle trattative con la nostra mandante che, seppur nel gioco delle parti, a volte troppo vuole e dimentica che la corda ‘tira tira’ si rompe, quantomeno a discapito dell’entusiasmo che muove ognuno di noi.

Nel quotidiano non dimentichiamo una lista di problematiche che si trascinano o si propongono ex novo, dagli errori informatici – o segnalati come tali – alla lentezza o all’assurdità di qualche processo che mal si addicono alla nostra storia e al brand che rappresentiamo.

Ho fatto un quadro negativo? A mio parere tutt’altro, ho cercato di schematizzare il momento.

Da qui riusciremo a partire con una nuova forte spinta, data dal nostro grande senso di responsabilità, dal nostro grande attaccamento ad una maglia, e questo vale forse solo per noi, che la indossiamo da quando abbiamo mosso i primi passi nel mondo del lavoro.

Abbiamo necessità di fare business, troviamo orgoglio nel farlo, non sono certo i grandi proclami o i grandi tour commerciali che ci mettono in moto, ma la consapevolezza di poter essere, e la forte volontà di essere, ancora per molti anni protagonisti del mercato.

Noi continueremo a confrontarci con la mandante su ogni aspetto, da argomenti fondamentali per il nostro prossimo futuro e ad ampio respiro, quale ad esempio l’importanza dei dati e delle abitudini del cliente, alla trattativa che ogni anno surriscalda gli animi, vista la vitale importanza che ahimè ormai ricoprono gli sperati introiti derivanti dal raggiungimento dei target.

Il senso di responsabilità di noi agenti, anche quest’anno, permetterà alla mandante di continuare a raccogliere sul mercato numeri sempre più importanti, ne sono certo.

Per farli, così come piace dire a molti, è necessario fare squadra, ma dobbiamo abbandonare le belle parole e passare ai fatti – ora è il momento.

Stefano Maestri Accesi

Componente Giunta Esecutiva