News

A SERVIZIO DELLA COLLETTIVITA’ NON AGLI INTERESSI DEL SINGOLI – Il Pensiero della Settimana di Luca Capato sulla rappresentanza di categoria

25 Febbraio 2018
luca_capato_avatar

Il Pensiero della settimana di Luca Capato 

sulla rappresentanza di categoria

 

Cari colleghi,

 

nei giorni scorsi, navigando in rete, ho letto, guarda caso, un articolo di Stefano Zan (professore associato di scienze politiche all’Università di Bologna) sui cambiamenti che stanno avvenendo all’interno delle rappresentanze di categoria.

Secondo il docente, che da anni studia l’evoluzione delle organizzazioni di rappresentanza, oggi sono mutate profondamente le ragioni che spingono gli imprenditori a partecipare alla vita di una determinata associazione di categoria.

Negli anni passati le ragioni erano soprattutto ideologiche, legate al senso di appartenenza ad una determinata classe sociale che necessitava di parlare con una sola voce di fronte alla politica e alle istituzioni.

Attualmente, invece, in un sistema produttivo sempre più complesso e frammentato, sono le spinte individuali quelle che prevalgono. In altre parole, i singoli imprenditori partecipano alla vita di un’associazione di categoria se, e solo se, capiscono di ottenere un adeguato tornaconto, cioè, una difesa dei loro interessi specifici, accompagnata da servizi e relazioni che possono risultare utili al business dell’azienda.

Arrivando, quindi, agli interessi specifici dei nostri associati iscritti al GA-GI, è facile immaginarsi come, in questo momento dell’anno lavorativo, il pensiero sia rivolto ai target per il 2018 ed è sempre facile immaginarsi come la Giunta Esecutiva sia fortemente impegnata nella fisiologica discussione in merito alla rivisitazione dei target stessi e degli incentivi commerciali, discussione che richiede abitualmente aspri confronti.

Il tema degli incentivi è sempre molto delicato per la redditività dei nostri appalti, poiché essi, come sappiamo, contribuiscono per circa il 10% al totale delle provvigioni annue (fonte “Cetif”) e concorrono alla salvaguardia dell’utile netto delle nostre agenzie.

L’impegno della Giunta Esecutiva è unicamente quello di concludere la trattativa sui target con la consueta determinazione, Per questo confidiamo nel fatto che il clima di confronto con la compagnia possa ritornare ad essere costruttivo e che noi tutti si possa lavorare con il necessario entusiasmo per il raggiungimento degli auspicati incrementi produttivi.

Buona lettura

Luca Capato

Giunta Esecutiva