GaGi_dicembre 2023

dicembre 2023 7 Carissimi colleghi, eccoci ancora una volta qui a mettere dietro la lavagna chi con “azioni e omissioni” si è reso colpevole di comportamenti da biasimare. Questa volta voglio “bacchettare” il nostro caro Governo che nel disperato tentativo di “fare cassa” sembra essersi accanito proprio contro la nostra categoria. Come abbiamo potuto leggere sulla stampa nazionale e ascoltare durante l’ultimo Consiglio Direttivo nella relazione della Giunta Esecutiva, il Governo stava per portare a segno il “colpaccio” sottoponendo gli intermediari assicurativi ai versamenti alla cassa Enasarco, creandogli un grave danno economico. Ciò avrebbe provocato: 1) che un nuovo contributo previdenziale si sarebbe aggiunto a quello INPS; 2) avremmo dovuto versare l’8,5% delle nostre provvigioni, in qualità di agente mandatario, e l’altro 8,5% a carico della Compagnia; per moltissimi di noi a fondo perduto visto che la permanenza minima per avere diritto all’erogazione di una pensione è di 20 anni e se non si fosse raggiunta tale durata non si sarebbero potuti recuperare i versamenti effettuati, trattandosi di un sistema previdenziale solidaristico; 3) avremmo dovuto versare un’ulteriore 8,5% delle provvigioni che noi eroghiamo in qualità di agente mandante ai nostri subagenti; verosimilmente anche la quota a carico del subagente alla fine sarebbe caduta indirettamente sulle nostre tasche attraverso una prevedibile richiesta di aumento provvigionale; 4) ma soprattutto le aspettative dell’Enasarco (una cassa che vede sempre meno contribuenti e un sempre maggior numero di percipienti) non paiono particolarmente rosee. In conclusione, ci volevano tanto bene o cercavano di fare cassa sulla nostra pelle? Fortunatamente questo rischio (ad oggi) è stato scampato, grazie anche al tempestivo intervento dell’associazione sindacale a cui il GA-GI aderisce, ossia Anapa Rete ImpresAgenzia (di cui Vincenzo Cirasola è attualmente Presidente nazionale) che attraverso un’attività di lobbying su più livelli e in tempi rapidissimi, è riuscita a ottenea cura di Guido Dalmasso L’ottimismo natalizio e la “grave” perdita di memoria Dietro la lavagna

RkJQdWJsaXNoZXIy OTg5NDE=