GaGi_Giugno2023

giugno 2023 12 Fattorini, “io abito a 1 km di distanza dall’agenzia e personalmente non sono stato danneggiato, ma la nostra agenzia è ubicata nel centro di Faenza e quando un amico mi ha mandato la foto della via in mezzo all’acqua, non sapevo cosa pensare, anche perché per due giorni non abbiamo potuto avvicinarci”. Quando Andrea è entrato nei locali, però, ha preso atto che tutta la sua vita professionale era sparita. “Ho spiegato ai miei soci che era come se in ufficio fosse entrata un’orda di selvaggi, l’acqua e il fango hanno devastato tutto, le sedie erano divelte, gli archivi galleggiavano e io ho visto tutta la mia vita professionale, i premi, le foto, le polizze, e tutta la mia storia trentennale sepolta lì”, continua Fattorini. Ma dopo questo primo momento, i tre soci hanno subito pensato a come poter ritornare operativi per i clienti per continuare il loro servizio e anche di fronte a tutte le difficoltà che questo ha comportato, non si sono fatti sopraffare. “Abbiamo sia la responsabilità nei confronti dei nostri clienti, ma anche delle famiglie dei nostri impiegati, subagenti, collaboratori e consulenti OP che operano presso la nostra agenzia e che sono state colpite da tutto quello che è successo” ribadiscono Fattorini e Melandri. Per questo inizialmente hanno spostato gli uffici nella parte alta della sede, dove di solito risiedevano gli uffici commerciali, e si sono attivati per cercare dei nuovi locali, perché quelli che fino ad oggi erano la loro sede sono inagibili. “Ci sono delle situazioni inenarrabili e posso affermare, scevro da retorica, di non aver mai potuto immaginare, I soci dell’agenzia che tolgono il fango dalla loro sede

RkJQdWJsaXNoZXIy OTg5NDE=