GaGi_Giugno2023

giugno 2023 19 unione è stata molto partecipata, ma principalmente ci siamo riferiti alla necessità di confermare sempre più la figura dell’agente intermediario come punto di riferimento certo e riconosciuto nel sud Italia, specialmente alla luce della composizione dei portafogli agenziali che in queste regioni rimangono fortemente vocati al comparto vita. Su questo punto, mi permetto di evidenziare come parte della discussione si sia concentrata sull’importanza di riuscire a mantenere in portafoglio premi unici anche alla luce della concorrenza che, causa l’inflazione, stanno esercitando oggi i titoli di stato. È stato particolarmente apprezzato l’impegno della giunta (rappresentata dal collega Caporale che ne detiene la delega) nel perfezionare iniziative di difesa sull’acquisito ma specialmente sulla nuova raccolta. Nello specifico, sono state illustrate le proposte avanzate al management della compagnia in occasione del meeting a Milano e che nel dettaglio riguardano la revisione del management fee, la soluzione Rinnova Valore, l’abbassamento dei costi sui premi unici ibridi e la discussione sul rapporto della percentuale di produzione gesav/Ibridi. Sebbene il comparto vita rappresenti il “core business” delle nostre agenzie, abbiamo discusso anche del ramo RCAuto, in particolar modo riferendoci alle tariffe che, a seconda dei territori, si trovano ad essere completamente fuori mercato. Sono stati approfonditi anche i temi inerenti al nuovo metodo PLA e la gestione del cosiddetto montesconti, la cui attuale applicazione finisce per generare seri problemi di concorrenza interna, senza parlare poi del nuovo marchio entrato a far parte della galassia Generali, ovvero Cattolica. Anche i danni hanno occupato parte della riunione, con le tariffe alte nel comparto salute e le grandi difficoltà di interazione con la struttura Welion, che sovente si rivela impossibile da contattare, con spiacevoli ricadute nella gestione dei sinistri e ovvie laMichela Tulino

RkJQdWJsaXNoZXIy OTg5NDE=