News

“TIENI A MENTE” – il pensiero della settimana di Fulvio Galli

29 Aprile 2019
fulvio_galli_avatar

“TIENI A MENTE”

Il pensiero della settimana di Fulvio Galli

  Cari Colleghi,

 da un po’ di tempo insieme ad alcuni amici abbiamo avuto l’idea di incontrarci con una certa frequenza per confrontarci sulle varie realtà che svolgiamo quotidianamente nei vari settori nei quali ciascuno di noi rappresenta ed opera, e abbiamo pensato di dare a questa attività un nome, chiamandola: ”TIENI A MENTE”.

 Una esclamazione piccola nella sua dimensione, ma grande nel suo contenuto, perché tenere a mente tutto in un mondo frenetico, quale quello che oggi, è un’impresa ardua e sempre più difficile.

Per il mio “tieni a mente” di questa settimana ho scelto una frase che rappresenta bene i tanti eventi che si sono succeduti negli ultimi tempi, vale a dire: “A VOLTE IL PEGGIOR FRENO DI NOI STESSI SIAMO NOI”. Questo pensiero mi ha fatto riemergere dalla memoria quella famosa vignetta dell’uomo seduto sul ramo di un albero pronto a tagliarlo dalla parte interna verso il tronco, classico segnale di auto sabotaggio.

 A volte siamo sulla strada giusta per raggiungere il meglio, eppure non ne siamo convinti e ci lasciamo sopraffare dallo sconforto ripetendoci “non ce la faremo”. E’ questo uno dei classici sintomi di “self sabotage” che può riguardare diversi frangenti della nostra attività dalle semplici procrastinazioni a rinvii, dall’impiego di scarse forze e di concentrazione, alla scelta di circostanze ostili che possono influire negativamente sui risultati attesi.

 Viene spontaneo pensare, perché inneschiamo questi elementi? La nostra mente non sempre va d’accordo con i cambiamenti e con tutto ciò che ne consegue, e li vede spesso come dei potenziali pericoli, anche se la mente razionale sa benissimo che non è cosi, per questo lavora per creare quelle naturali barriere e costruire la cosiddetta “comfort zone”, uno spazio nel quale agiamo perché sicuri di quello che ci circonda, al riparo da tutto il resto che sta al di fuori, che causa timore. Tale atteggiamento, se da una parte protegge e conserva, dall’altra parte può diventare un ostacolo per tutto ciò che porta al cambiamento, con il risultato che sul lungo periodo PERDIAMO FIDUCIA IN NOI STESSI e col tempo rinunciamo alle migliori occasioni per migliorare la qualità della nostra vita.

Un circolo vizioso dove meno pensiamo di valere e meno facciamo per cercare di valere di più.

 Ho voluto dedicare questo pensiero per invitarvi ad un breve momento di riflessione personale e dare ad ognuno di voi l’occasione di valutare ciò che lo ostacola o gli impedisce di affrontare nuove situazioni, in particolare nel nostro mondo lavorativo dove IL NUOVO NON DEVE SPAVENTARE, LO SCONOSCIUTO DEVE INCURIOSIRE, E L’IMPREVEDIBILE DEVE STIMOLARE.

Quindi ricordando che spesso il freno siamo Noi, sganciamo senza paura e avanti a TUTTO GAS.

 Buona lettura!

 Fulvio Galli

Segretario generale