News

Una riforma che premia la professionalità degli agenti

15 Dicembre 2015

Foto editoriale GAA

Cari colleghi,

non possiamo che accogliere con positività la notizia che la Commissione Bilancio della Camera dei Deputati ha approvato lunedì 14 dicembre l’emendamento alla legge stabilità presentato dall’onorevole Giulio Sottanelli  che va a modificare l’istituzione dell’Albo unico dei consulenti finanziari.

L’emendamento approvato rappresenta per noi una grande opportunità in quanto prevede che attraverso una prova semplificata anche gli agenti di assicurazione si possano iscrivere nella stessa sezione dei consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede. Non a caso il presentatore dell’emendamento è il nostro collega e amico Giulio, che svolge la professione di agente di assicurazione e come tale se ne intende del nostro “mestiere”.

Si tratta di un importante riconoscimento della professionalità degli agenti, che coglie la sempre maggiore sovrapposizione tra due mercati, quello assicurativo e quello bancario-finanziario, nel quale ci muoviamo sia noi agenti che i consulenti.

Per noi agenti, in particolare delle Generali, che da sempre abbiamo affiancato al nostro core business di gestore del rischio, anche l’attività accessoria di gestore del risparmio, questa possibilità rappresenta un ulteriore strumento a nostra disposizione per fidelizzare i clienti in un mercato che sta diventando sempre più volatile.

Merito della riforma è quella di aver colto in quale direzione si sta orientando il mercato e di voler recepire questa tendenza. Da qui infatti a qualche lustro forse parleremo di un unico consulente per il cliente. Uno specialist di diverse materie che possa seguire il cliente in tutto il suo ciclo di vita.

Buona lettura!

Il presidente

Vincenzo Cirasola