News

Vicinanza e Solidarietà alla Francia

17 Novembre 2015

Cari colleghi,

avrei potuto commentare, con questo mio editoriale, alcuni articoli di stampa apparsi in questi ultimi giorni, che ci riguardano da vicino, quale ad esempio, le dichiarazioni del nostro ceo Mario Greco, il quale mentre immagina un futuro pieno di clienti tecnologicamente avanzati, interconnessi, dotati di dispositivi mobili, afferma che “all’interno delle Generali stiamo attuando iniziative per motivare questo cambiamento culturale. Misuriamo costantemente questa evoluzione verso una cultura che abbia al centro il cliente e le sue esigenze. Una cosa che abbiamo iniziato a fare è ad esempio contattare direttamente i nostri clienti. L’idea è di chiamarli e di analizzare quanto sia soddisfacente il rapporto con l’azienda. Questo viene fatto a tutti i livelli, dal management come dai dipendenti, senza alcuna differenza”.
Peccato che, ancora una volta, il ceo si sia dimenticato di citare gli agenti, nonostante sappia molto bene che per gli agenti i clienti sono già al centro, e che i clienti hanno bisogno degli agenti e, infatti, la raccolta e gli utili del gruppo provengono proprio da lì, dalla rete agenziale e, in particolare, da noi agenti storici di Generali Italia.

Anche per questo motivo, infatti, la rete degli agenti di Generali Italia, la scorsa settimana, ha ricevuto dall’Istituto Tedesco di Qualità Finanza, il premio “Servizio Oro – Reti Agenti Assicurativi”. Mi aspettavo però che il premio, lo dico con lieve delusione, fosse consegnato a un rappresentante degli agenti e che il giornalista del Corriere della Sera intervistasse un agente e non il nostro CMDO, Dr. Gentili.  il quale, comunque, ha prontamente condiviso con i rispettivi presidenti dei Gruppo Agenti, questo ennesimo riconoscimento. 

Tralasciando i suddetti argomenti, voglio dedicare questo editoriale alla Francia,  esprimendo tutta la solidarietà e vicinanza ai famigliari delle vittime di questa assurda tragedia e ai nostri cugini di oltralpe, storicamente molto vicino alla nostra compagnia, da dove proviene il nostro amministratore delegato e dove operano tanti colleghi associati al Triangl.

La sera stessa di venerdì, appena appresa la notizia in televisione, ho prontamente inviato un sms di solidarietà da parte di noi agenti al nostro a.d. Philippe Donnet e al presidente del Gruppo Agenti France, Bernard Jeannot per accertarmi che i loro famigliari fossero al sicuro e non avessero subito lesioni.

Buona Lettura

Vincenzo Cirasola